Tartufo Estivo
e Bianchetto

Tuber borchii Vitt. e Tuber Aestivum Vitt.

Il tartufo estivo, detto anche scorzone per la sua caratteristica scorza (peridio) ruvida e verrucosa, è il più resistente rispetto alle altre varietà. Meno delicato nel profumo e nel gusto del Nero Pregiato, ma è comunque un tartufo di largo consumo per le molteplici applicazioni in cucina ed è ottimale per i prodotti trasformati.


Viene raccolto per quasi tutto l’anno (da maggio fino a marzo) in quanto nella famiglia del Tuber Aestivum spicca la varietà Uncinatum, che viene raccolto da ottobre a marzo. Il tartufo uncinato è caratterizzato dal profumo più intenso e da una pigmentazione più scura della scorza e della gleba. Il tartufo bianchetto, di gusto intenso e profumato, si presenta in due diverse varietà: il tartufo bianchetto che viene raccolto nei boschi e quello che viene raccolto in pineta.


Molto meno pregiato e costoso del Bianco, ha comunque i suoi estimatori che apprezzano il suo aroma piccantino e agliaceo e l’uso versatile che se ne fa in cucina. Si raccoglie dai primi di gennaio alla fine di aprile.

Tartufo Estivo
e Bianchetto

Tuber borchii Vitt. e Tuber Aestivum Vitt.

Il tartufo estivo, detto anche scorzone per la sua caratteristica scorza (peridio) ruvida e verrucosa, è il più resistente rispetto alle altre varietà. Meno delicato nel profumo e nel gusto del Nero Pregiato, ma è comunque un tartufo di largo consumo per le molteplici applicazioni in cucina ed è ottimale per i prodotti trasformati.


Viene raccolto per quasi tutto l’anno (da maggio fino a marzo) in quanto nella famiglia del Tuber Aestivum spicca la varietà Uncinatum, che viene raccolto da ottobre a marzo. Il tartufo uncinato è caratterizzato dal profumo più intenso e da una pigmentazione più scura della scorza e della gleba. Il tartufo bianchetto, di gusto intenso e profumato, si presenta in due diverse varietà: il tartufo bianchetto che viene raccolto nei boschi e quello che viene raccolto in pineta.


Molto meno pregiato e costoso del Bianco, ha comunque i suoi estimatori che apprezzano il suo aroma piccantino e agliaceo e l’uso versatile che se ne fa in cucina. Si raccoglie dai primi di gennaio alla fine di aprile.